On. Ersilia Saverino

Assemblea Regionale Siciliana

Componente Commissione V
"Cultura, Formazione e Lavoro"
Segretario gruppo parlamentare PD
XVIII legislatura

La mia storia

Sono nata a Palermo, ma dopo qualcha anno, con tutta la mia famiglia, ci siamo trasferiti a Catania, dove ho vissuto da allora. 

Dopo il diploma al liceo scientifico mi iscrivo alla facoltà di Giurisprudenza e contemporaneamente comincio a coltivare la mia grande passione per il teatro.

Con molti sacrifici sono riuscita a conciliare la carriera professionale con quella di attrice. 

Dal 1980 comincio a lavorare per il ministero dell’Economia e delle finanze come legale tributario e, nello stesso tempo, mi diplomo al corso di avviamento teatrale del Teatro Stabile di Catania nel 1984.  

Nel 1993 mi iscrivo all’albo Attori Professionisti e comincio a calcare i palcoscenici nazionali ed internazionali: Stabile di Catania, Piccolo di Milano, Teatro Argentina di Roma, teatro Greco di Siracusa, Filarmonica di Budapest, Teatro Nazionale di Roma, San Carlo di Napoli ed altri. 

Ho lavorato anche al cinema ed in fiction di successo come “La Piovra 9”, “Nati Stanchi”, di Ficarra e Picone, “Il Macellaio” di Aurelio Grimaldi, la fiction “Agrodolce” e il film “Le ultime 56 ore” con la regia di Claudio Fragasso.

Nel 2005 decido di impegnarmi in prima persona in politica, dedicandomi, in modo particolare, ai temi della cultura, dell’inclusione sociale, del disagio nelle periferie urbane, della difesa e valorizzazione dell’ambiente e dei beni culturali, della parità di genere. Nel 2009 vengo nominata Vicepresidente del Teatro Stabile di Catania e successivamente membro del cda di “Sicilia turismo e cinema” presso la regione siciliana.

Nel 2013  vengo eletta consigliera comunale di Catania e nel 2020 vengo nominata Presidente provinciale del Partito Democratico di Catania e membro dell’assemblea nazionale del PD.

Dal 2023 ho l’onore di rappresentare le siciliane e i siciliani all’Assemblea regionale come deputata nel gruppo del Partito Democratico.

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons

Si parte per una battaglia, per tenere unito il Paese e per difendere la nostra terra: non rimarremo indietro.

Ci vediamo domani, 26 giugno a Catania, in piazza Europa (ingresso Borghetto) a partire dalle 18,30 per la raccolta firme contro l’autonomia differenziata.

Vi aspetto!
... Continua...Riduci

Si parte per una battaglia, per tenere unito il Paese e per difendere la nostra terra: non rimarremo indietro. 

Ci vediamo domani, 26 giugno a Catania, in piazza Europa (ingresso Borghetto) a partire dalle 18,30 per la raccolta firme contro l’autonomia differenziata. 

Vi aspetto!
2 giorni fa
Ersilia Saverino

Un grande augurio al nostro Giuseppe Lupo per la nomina a vicepresidente della Commissione Bilancio del Parlamento Europeo. Una grande competenza al servizio dei cittadini e dell'Europa e anche della nostra terra, ancora oggi fra le aree meno sviluppate del vecchio continente.
Buon lavoro!
... Continua...Riduci

Un grande augurio al nostro Giuseppe Lupo per la nomina a vicepresidente della Commissione Bilancio del Parlamento Europeo. Una grande competenza al servizio dei cittadini e dellEuropa e anche della nostra terra, ancora oggi fra le aree meno sviluppate del vecchio continente. 
Buon lavoro!
6 giorni fa
Ersilia Saverino

Cos’è il coraggio, la coscienza civile, il senso dello Stato? È vivere 56 giorni sapendo già quale sarà la tua fine e, ciò nonostante, continuare a fare il proprio dovere, al massimo, come sempre.

Anche questo è stato Paolo Borsellino, un esempio, oltre che un magistrato integerrimo e un uomo che aveva a cuore la sua terra.

Ancora oggi i suoi figli cercano la verità sull’eccidio di via D’Amelio, dove a perire furono anche gli agenti di scorta Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina.

E noi con loro.

Impossibile dimenticare, un dovere ricordare
... Continua...Riduci

Cos’è il coraggio, la coscienza civile, il senso dello Stato? È vivere 56 giorni sapendo già quale sarà la tua fine e, ciò nonostante, continuare a fare il proprio dovere, al massimo, come sempre. 

Anche questo è stato Paolo Borsellino, un esempio, oltre che un magistrato integerrimo e un uomo che aveva a cuore la sua terra. 

Ancora oggi i suoi figli cercano la verità sull’eccidio di via D’Amelio, dove a perire furono anche gli agenti di scorta Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina. 

E noi con loro. 

Impossibile dimenticare, un dovere ricordare
1 settimana fa
Ersilia Saverino

“Le strade parlano” come ha mirabilmente sintetizzato Marco Imarisio nel suo libro, e Banksy è uno di quelli che le fa parlare meglio, intercettando il sentimento comune e utilizzando l’arma della provocazione con grande sapienza.

La “street art”, su cui ho presentato un disegno di legge per la sua promozione all’Ars giusto un anno fa, è un fenomeno utile per lo sviluppo sociale ed estetico dei territori, capace di raccontare storie di valore e comunicare efficacemente con i giovani, stimolando la partecipazione attiva e la coscienza civica. Migliora la qualità degli spazi pubblici, restituisce identità ai territori e trasforma luoghi di degrado in spazi significativi.

E ora “Banksy sbarca a Catania” in una mostra alla Gam – Galleria d’arte moderna. Ho potuto partecipare alla sua inaugurazione. Invito tutti a visitarla e a pensare come la “street art” può diventare strumento di rigenerazione urbana, soprattutto nelle aree degradate e periferiche, riconoscendo il suo impatto civico e culturale
... Continua...Riduci

“Le strade parlano” come ha mirabilmente sintetizzato Marco Imarisio nel suo libro, e Banksy è uno di quelli che le fa parlare meglio, intercettando il sentimento comune e utilizzando l’arma della provocazione con grande sapienza.
 
La “street art”, su cui ho presentato un disegno di legge per la sua promozione all’Ars giusto un anno fa, è un fenomeno utile per lo sviluppo sociale ed estetico dei territori, capace di raccontare storie di valore e comunicare efficacemente con i giovani, stimolando la partecipazione attiva e la coscienza civica. Migliora la qualità degli spazi pubblici, restituisce identità ai territori e trasforma luoghi di degrado in spazi significativi.

E ora “Banksy sbarca a Catania” in una mostra alla Gam – Galleria d’arte moderna. Ho potuto partecipare alla sua inaugurazione. Invito tutti a visitarla e a pensare come la “street art” può diventare strumento di rigenerazione urbana, soprattutto nelle aree degradate e periferiche, riconoscendo il suo impatto civico e culturale
2 settiman fa
Ersilia Saverino

L’autonomia differenziata aumenta le diseguaglianze, cristallizza le attuali differenze fra Nord e Sud e le allarga in prospettiva. Genera inoltre un danno alle casse dello Stato e ci rende tutti meno italiani se ogni regione potrà farsi la scuola che vuole e, soprattutto, la sua sanità.

Dov’è lo spirito di solidarietà ma soprattutto che fine ha fatto il secondo comma dell’articolo 3 della Costituzione? Quello che recita: “È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese”.

Questa riforma li aumenta gli ostacoli.

Ne abbiamo parlato ieri a Cefalù, col sindaco Daniele Tumminello, i colleghi Michele Catanzaro, Antonello Cracolici, Giovanni Burtone, Mario Giambona e Fabio Venezia, l’eurodeputato Giuseppe Lupo, il senatore Alessandro Alfieri e il segretario provinciale del Pd di Palermo, Rosario Filoramo.
... Continua...Riduci

L’autonomia differenziata aumenta le diseguaglianze, cristallizza le attuali differenze fra Nord e Sud e le allarga in prospettiva. Genera inoltre un danno alle casse dello Stato e ci rende tutti meno italiani se ogni regione potrà farsi la scuola che vuole e, soprattutto, la sua sanità. 

Dov’è lo spirito di solidarietà ma soprattutto che fine ha fatto il secondo comma dell’articolo 3 della Costituzione? Quello che recita: “È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e leguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e leffettiva partecipazione di tutti i lavoratori allorganizzazione politica, economica e sociale del Paese”. 

Questa riforma li aumenta gli ostacoli.

Ne abbiamo parlato ieri a Cefalù, col sindaco Daniele Tumminello, i colleghi Michele Catanzaro, Antonello Cracolici, Giovanni Burtone, Mario Giambona e Fabio Venezia, l’eurodeputato Giuseppe Lupo, il senatore Alessandro Alfieri e il segretario provinciale del Pd di Palermo, Rosario Filoramo.
2 settiman fa
Ersilia Saverino

Un evento molto partecipato con contributi molto interessanti, fra cui quelli di Francesco Boccia e Andrea Giorgis, perché se le riforme di questo governo mirano ad allargare il divario fra le regioni italiane e a togliere potere ai cittadini, le prime a farne le spese sono proprio le donne.

I dati parlano chiaro a proposito dell’occupazione femminile al Sud, alla diffusione degli asili nido (un bambino su dieci) e alla differenza nelle retribuzioni.

Grazie a Valeria Valente per aver organizzato questo evento e alla segretaria, Elly Schlein, per il suo appassionato intervento di chiusura.
... Continua...Riduci

Un evento molto partecipato con contributi molto interessanti, fra cui quelli di Francesco Boccia e Andrea Giorgis, perché se le riforme di questo governo mirano ad allargare il divario fra le regioni italiane e a togliere potere ai cittadini, le prime a farne le spese sono proprio le donne. 

I dati parlano chiaro a proposito dell’occupazione femminile al Sud, alla diffusione degli asili nido (un bambino su dieci) e alla differenza nelle retribuzioni. 

Grazie a Valeria Valente per aver organizzato questo evento e alla segretaria, Elly Schlein, per il suo appassionato intervento di chiusura.Image attachmentImage attachment+3Image attachment
2 settiman fa
Ersilia Saverino

La salute mentale è un tema molto serio che va approfondito per impostare una politica che vada realmente incontro a chi ne soffre e che tuteli tutti i soggetti fragili e le loro famiglie.

A pochi mesi dal mio insediamento all’Ars, ho depositato una mozione che impegna il governo regionale e l’assessorato alla Salute a compiere una serie di azioni, tra le quali: garantire un approccio multiprofessionale nella presa in carico dei pazienti, obbligare le Asp a rispettare il rapporto operatore/popolazione, assicurare il passaggio dei Servizi diagnosi e cura all'alta assistenza, incrementare il numero di posti letto negli SPDC e nei reparti di neuropsichiatria infantile, riqualificare le Comunità alloggio trasferendole alla competenza della sanità, garantire il rispetto del Piano strategico salute mentale e delle linee guida per l'autismo, attivare centri diurni con personale necessario. Il tutto per migliorare l'efficienza e l'efficacia dei servizi di salute mentale nella Regione, attraverso una serie di interventi mirati e coordinati, garantendo risorse adeguate e promuovendo la collaborazione tra diversi attori del settore.

È di ieri la notizia dell’istituzione all’Ars di un intergruppo per la sensibilizzazione e promozione delle problematiche legate alla salute mentale, presieduto dalla collega Valentina Chinnici, di cui sono vice presidente vicario. L’obiettivo è di promuovere a tutti i livelli una più ampia consapevolezza delle istituzioni rispetto alla tutela della salute mentale e al disagio psichico, promuovere la conoscenza e, ovviamente, proporre delle leggi sul tema.

Non possiamo lasciare soli i malati e le loro famiglie ad affrontare questa patologia.
... Continua...Riduci

La salute mentale è un tema molto serio che va approfondito per impostare una politica che vada realmente incontro a chi ne soffre e che tuteli tutti i soggetti fragili e le loro famiglie. 

A pochi mesi dal mio insediamento all’Ars, ho depositato una mozione che impegna il governo regionale e l’assessorato alla Salute a compiere una serie di azioni, tra le quali: garantire un approccio multiprofessionale nella presa in carico dei pazienti, obbligare le Asp a rispettare il rapporto operatore/popolazione, assicurare il passaggio dei Servizi diagnosi e cura allalta assistenza, incrementare il numero di posti letto negli SPDC e nei reparti di neuropsichiatria infantile, riqualificare le Comunità alloggio trasferendole alla competenza della sanità, garantire il rispetto del Piano strategico salute mentale e delle linee guida per lautismo, attivare centri diurni con personale necessario. Il tutto per migliorare lefficienza e lefficacia dei servizi di salute mentale nella Regione, attraverso una serie di interventi mirati e coordinati, garantendo risorse adeguate e promuovendo la collaborazione tra diversi attori del settore.

È di ieri la notizia dell’istituzione all’Ars di un intergruppo per la sensibilizzazione e promozione delle problematiche legate alla salute mentale, presieduto dalla collega Valentina Chinnici, di cui sono vice presidente vicario. L’obiettivo è di promuovere a tutti i livelli una più ampia consapevolezza delle istituzioni rispetto alla tutela della salute mentale e al disagio psichico, promuovere la conoscenza e, ovviamente, proporre delle leggi sul tema. 

Non possiamo lasciare soli i malati e le loro famiglie ad affrontare questa patologia.
2 settiman fa
Ersilia Saverino

Una legge per garantire un supporto psicologico specifico ai malati oncologici e onco-ematologici, ai loro familiari, ai caregiver, e al personale delle strutture sanitarie.

Stamane è stata incardinata in commissione Salute, Servizi Sociali e Sanitari dell’Assemblea regionale siciliana, il disegno di legge a mia prima firma per introdurre psicologi nei reparti oncologici siciliani.

Una legge di fondamentale importanza perché finalizzata a migliorare la qualità di vita dei pazienti e delle persone che li circondano. La patologia oncologica, sin dalla sua diagnosi, infatti, incide sulla sfera psicologica delle persone che ne sono affette, stravolge la loro vita e quella delle loro famiglie.

Questo supporto psicologico sarà reso disponibile attraverso la Rete Oncologica Regionale coprendo tutte le fasi della malattia oncologica: dalla diagnosi al trattamento, al follow-up, alla terminalità, alla cronicità e alle eventuali recidive.

Il testo prevede la presenza obbligatoria di psicologi in oncologia nelle strutture sanitarie, in linea con le Linee Guida del 2019 della Conferenza Stato-Regioni, per migliorare la qualità di vita dei pazienti e dei loro familiari.
... Continua...Riduci

Una legge per garantire un supporto psicologico specifico ai malati oncologici e onco-ematologici, ai loro familiari, ai caregiver, e al personale delle strutture sanitarie.

Stamane è stata incardinata in commissione Salute, Servizi Sociali e Sanitari dell’Assemblea regionale siciliana, il disegno di legge a mia prima firma per introdurre psicologi nei reparti oncologici siciliani. 

Una legge di fondamentale importanza perché finalizzata a migliorare la qualità di vita dei pazienti e delle persone che li circondano. La patologia oncologica, sin dalla sua diagnosi, infatti, incide sulla sfera psicologica delle persone che ne sono affette, stravolge la loro vita e quella delle loro famiglie. 

Questo supporto psicologico sarà reso disponibile attraverso la Rete Oncologica Regionale coprendo tutte le fasi della malattia oncologica: dalla diagnosi al trattamento, al follow-up, alla terminalità, alla cronicità e alle eventuali recidive. 

Il testo prevede la presenza obbligatoria di psicologi in oncologia nelle strutture sanitarie, in linea con le Linee Guida del 2019 della Conferenza Stato-Regioni, per migliorare la qualità di vita dei pazienti e dei loro familiari.
3 settiman fa
Ersilia Saverino

Ieri sera, a Troina, ho avuto il piacere e l'onore di premiare il notaio Andrea Bartoli, fondatore della Farm Cultural Park, nel corso della cerimonia del premio "Gino De Agrò".

Avevamo avuto già modo d'incontrarci, qualche mese addietro, durante la presentazione, a Favara, del disegno di legge, di cui sono prima firmataria, sulla street art.

Evidentemente, l'impegno per la promozione della cultura, che può rappresentare una chiave fondamentale per il rilancio economico della Sicilia, favorisce l'incontro (e spesso la collaborazione), tra chi, nei territori, lavora per concretizzare idee nuove e nuove opportunità di crescita.

Grazie al Sindaco Alfio Giachino, al collega on.Fabio Venezia ed alla città di Troina, che mi ha voluto a questo importante evento.
... Continua...Riduci

Ieri sera, a Troina, ho avuto il piacere e lonore di premiare il notaio Andrea Bartoli, fondatore della Farm Cultural Park, nel corso della cerimonia del premio Gino De Agrò.

Avevamo avuto già modo dincontrarci, qualche mese addietro, durante la presentazione, a Favara, del disegno di legge, di cui sono prima firmataria, sulla street art.

Evidentemente, limpegno per la promozione della cultura, che può rappresentare una chiave fondamentale per il rilancio economico della Sicilia,   favorisce lincontro (e spesso la collaborazione), tra chi, nei territori, lavora per concretizzare idee nuove e nuove opportunità di crescita.

Grazie al Sindaco Alfio Giachino, al collega on.Fabio Venezia ed alla città di Troina, che mi ha voluto a questo importante evento.Image attachmentImage attachment
Altri post

Assemblea Regionale Siciliana

Sono pronta
ad ascoltarti